BILANCIA COMMERCIALE: INGHILESI - 1700 MILIARDI DI RISPARMIO
BILANCIA COMMERCIALE: INGHILESI - 1700 MILIARDI DI RISPARMIO

roma, 17 set (adnkronos)- La recente svalutazione della lira potrebbe ridurre di 1700 miliardi di lire il deficit annuo della bilancia commerciale italiana. La previsione e' di Marcello Inghilesi, presidente dell'istituto nazionale per il commercio estero, che ha cosi' cercato di quantificare gli influssi che la tempesta valutaria degli ultimi giorni potra' avere sull'intercambio commerciale italiano.

''Allo stato attuale non e' possibile stimare o prevedere il nuovo assetto dei nostri scambi con l'estero: vale pero' la pena di fare alcune considerazioni'', ha dichiarato in un comunicato Inghilesi.

Per primo, il presidente dell'ICE ricorda i numeri della bilancia commerciale italiana. ''Nel 1991 il deficit commerciale fu di 16mila miliardi di lire contro i 14mila del 1990. Prima della svalutazione, tenuto conto anche degli ultimi dati disponibili, si sarebbe potuto stimare un deficit per il 1992 di circa 19mila miliardi''.

Il passo successivo su cui viene costruita l'estrapolazione e' una valutazione del peso percentuale che hanno le singole valute su importazioni ed esportazioni. ''Nel 1991 - afferma inghilesi - abbiamo utilizzato il dollaro per pagare il 27 per cento delle importazioni, il marco per il 17 per cento, il franco francese per il 7 per cento, la lira italiana per il 32 per cento e le altre valute per il rimanente 17 per cento. Nelle esportazioni, invece, il dollaro e' stato utilizzato per il 17 per cento, il marco per il 19 per cento, il franco francese per il 10 per cento, la lira italiana per il 40 per cento e altre valute per il 14 per cento''. (segue)

(red/as/adnkronos)