MANOVRA: GORIA - LE NUOVE MISURE FISCALI
MANOVRA: GORIA - LE NUOVE MISURE FISCALI

roma, 17 set. - (adnkronos) - patrimoniale per le grandi imprese, nuova forma di tassazione per il lavoro autonomo e le piccole imprese, blocco del recupero del fiscal drag per i lavoratori dipendenti, trasformazione degli oneri deducibili in detrazioni di imposta e accentuazione della tassazione di alcuni beni che indicano un particolare indice di ricchezza: sono questi i caposaldi sul versante delle entrate della manovra economica decisa dal governo e che ammontera' complessivamente a circa 43 mila miliardi.

il ministro delle finanze giovanni goria illustrando la filosofia dei provvedimenti ha sottolineato che ci si e' mossi ''sotto la spinta della gravita' del paese cercando di essere comprensibili nei confronti dei cittadini. nel '93 -ha aggiunto- saranno chiesti 18 mila miliardi in piu' ai contribuenti benestanti, 12 mila al sistema delle imprese, 11 mila al patrimonio immobiliare''. ma vediamo nei dettagli i provvedimenti:

nuova tassazione piccola impresa: non sara' la 'minimum tax', come ha ribadito lo stesso ministro goria, ma si trattera' di un meccanismo di determinazione del reddito dell'impresa minore e del lavoro autonomo che obblighera' le aziende a dichiarare un reddito minimo al di sotto del quale scatteranno gli accertamenti parziali con i quali il fisco potra' contestare al contribuente i risultati, senza per questo perdere capacita' di poi contestarne altri. il meccanismo si fondera' sulla determinazione dei ricavi e dei compensi i quali non potranno essere inferiori alla somma dei costi detraibili piu' il controvalore stimato della prestazione del titolare ed eventualmente dei suoi familiari collaboratori. da questa norma il governo si aspetta un rilevante incremento del gettito. (segue)

(ric/gs/adnkronos)