PENSIONI: CRISTOFORI - INTERVENTI PER DL E EMENDAMENTI A DELEGA
PENSIONI: CRISTOFORI - INTERVENTI PER DL E EMENDAMENTI A DELEGA

roma 17 set. - (adnkronos) - sulle pensioni il governo ha deciso di intervenire sia approvando un decreto legge che blocca immediatamente e per tutto il '93 la possibilita' di andare in pensione anticipatamente in base all'anzianita' contributiva, sia approntando alcuni emendamenti al disegno di legge delega gia' approvato dal senato e attualmente al vaglio della camera.

l'emendamento alla legge delega risolve definitivamente -come ha sottolineato lo stesso ministro cristofori- il problema dell'eta' pensionabile che viene innalzata gradualmente ed obbligatoriamente a 65 anni per gli uomini e a 60 per le donne. l'innalzamento avverra' a partire dal primo gennaio '94 in ragione di un anno ogni due di lavoro. un altro emendamento modifica i criteri di calcolo della pensione: in sostanza il criterio gia' previsto dalla legge delega per i nuovi assunti di calcolo commisurato a tutta la vita contributiva viene esteso a tutti i lavoratori con meno di 15 anni di contribuzione.

per quanto riguarda poi il sistema di perequazione cristofori ha spiegato che per il '92 gia' ci sono stati aumenti medi delle pensioni del 5,1 per cento, pari cioe' al tasso di inflazione presumibile a cui si arrivera' a fine anno. pertanto -ha precisato il ministro- lo scatto di novembre della contingenza sara' bloccato. per quanto riguarda poi il '93 l'adeguamento sara' rapportato all'andamento del costo della vita e quindi sara' sganciato dall'andamento dei salari.

(ric/as/adnkronos)