TURISMO: FAIAT - MENO PRESENZE, PROSPETTIVE INCERTE
TURISMO: FAIAT - MENO PRESENZE, PROSPETTIVE INCERTE

roma, 17 set. (adnkronos) - un anno da archiviare in fretta. per il turismo il '92 si profila all'insegna del rosso. ad ammettere l'inizio di tempi bui e' la faiat, la federazione delle associazioni italiane alberghi e turismo. nei mesi di luglio e agosto, la domanda complessiva e' calata del 2,9 pc. piu' contenuta la perdita dall'inizio dell'anno: - 0,9 pc..

ma e' la tendenza in generale a preoccupare. questa infatti mostra una flessione piu' marcata e in aumento negli ultimi mesi. secondo giovanni colombo, presidente della faiat ''stangate fiscali e altri sacrifici si sono subito riverberati sui bisogni non primari, quali il turismo''.

le cifre sono all'insegna del meno. nel mese di luglio la domanda dei clienti italiani, con 19,7 milioni di presenze e' diminuita del 3,5 pc rispetto al luglio '91. anche agosto, tradizionale mese ''vacanziero'' non ha evitato la flessione : 28,2 milioni di presenze e perdita del 2,3 pc. k.o. anche sul fronte straniero. i tedeschi sembrano aver accolto l'invito del governo a restare tutti a casa: - 12,2 pc. mentre la diminuzione globale raggiunge il 4,9 pc.

''risultati non certo eccellenti - afferma colombo - e anche se non sono profondamente catastrofici, indubbiamente sono un segnale di una situazione molto pericolosa per il turismo italino e che debbono far riflettere. (segue)

(cre/as/adnkronos)