VICENDA BNL-ATLANTA: PRECISAZIONE BNL
VICENDA BNL-ATLANTA: PRECISAZIONE BNL

Roma, 17 set. (adnkronos) - Con riferimento alle notizie che Raitre ha diffuso ieri sera su presunte nuove ''rivelazioni'' circa l'''affaire'' di Atlanta, la Bnl ritiene necessario confermare quanto piu' volte detto, ripetuto in varie sedi e dichiarato dal presidente professor Giampiero Cantoni alla commissione di inchiesta del senato italiano. E cioe':

1) La nuova presidenza fu insediata nell'ottobre 1989, dopo le note vicende di Atlanta che hanno portato alle dimissioni del dottor Nesi e del dottor Pedde. Per ''recuperare'' credibilita' alla banca del tesoro dello stato italiano, ritenne suo ''diritto e dovere'' informare anche il nuovo ambasciatore Usa a Roma, Peter Secchia, della situazione, tenendo conto che il gruppo Bnl, con i suoi 26 mila dipendenti, ha un'ampia presenza sui mercati internazionali e in particolare sul mercato Nordamericano;

2) Il presidente della Bnl non chiese alcun rallentamento dell'indagine, come fu ampiamente chiarito, e con la massima trasparenza, in sede di commissione del Senato. Auspico', invece, che le indagini fossero condotte con i necessari approfondimenti e in tutte le direzioni, al fine di ottenere una completa ricostruzione della vicenda e di individuare le responsabilita', ovunque si fossero trovate e si possano trovare;

3) Il nuovo vertice si e' sempre adoperato, in quest'ottica, per collaborare con tutte le autorita', mettendo a disposizione la documentazione di cui dispone e le informazioni in suo possesso, nella massima correttezza e trasparenza.

(com/gs/adnkronos)