BRASILE: CHIESTA LA TESTA DEL BANCO DE BRASIL
BRASILE: CHIESTA LA TESTA DEL BANCO DE BRASIL

Brasilia, 17 set (adnkronos/dpa)- La tempesta del ''Collorgate'' investe i vertici del ''Banco de Brasil'', la piu' importante banca del Brasile. Il Procuratore Generale della Repubblica brasiliano, Aristides Junqueira, ha chiesto la testa del presidente dell'istituto di credito pubblico, Lafaiete Coutinho Torres, accusato dal giornale ''Folha de Sao Paulo'' di avere usato i fondi del ''Banco de Brasil'' per ''comprare'' 190 deputati che dovranno votare il prossimo tre ottobre sull' ''impeachment'' del presidente Fernando Collor de Mello. Inquisito per corruzione, concussione, estorsione, traffico di influenze, esportazione di valuta ed evasione fiscale insieme al socio e faccendiere Paulo Cesar ''Pc'' Farias, il capo dello stato brasiliano ha bisogno di assicurarsi appena 168 dei 503 voti alla Camera dei Deputati per rimanere al palazzo presidenziale del ''Planalto'' fino alla scadenza nel 1995 del mandato per il quale venne eletto nel 1989.

Junqueira ha presentato alla Corte Suprema di Brasilia la richiesta che Coutinho Torres venga almeno ''allontanato dalla carica'' fino alla conclusione dell'inchiesta sulla ''Fundacion Banco de Brasil'', di cui ha chiesto il congelamento dei fondi (capitale sociale di 5,9 miliardi di dollari, attivi per 63 miliardi di dollari ed entrate nette annuali per 700 milioni di dollari). Junqueira aveva annunciato ieri di voler incriminare Collor anche per i reati penali di ''attentato alla pubblica amministrazione'' ed ''attentato alla fiducia dell'opinione pubblica''. (segue)

(lun/as/adnkronos)