PSI: CONVEGNO CERT - DEL TURCO, SPINI E GIUGNI (2)
PSI: CONVEGNO CERT - DEL TURCO, SPINI E GIUGNI (2)

(ADNKRONOS)- ''E' FINITO IL PARTITO MONOLITICO'', HA DETTO GINO GIUGNI, INVITANDO PERO' I SOCIALISTI A NON DIVIDERSI ''FRA CRAXIANI E MARTELLIANI'' : ''NON SERVONO CLASSIFICAZIONI -HA SPIEGATO IL 'PADRE' DELLO STATUTO DEI LAVORATORI- MA UNA DISCUSSIONE PIU' APERTA''. ANCOR PEGGIO SAREBBE SE LA DIVISIONE AVVENISSE SUL ''FALSO DILEMMA'' FRA SISTEMA ELETTORALE UNINOMINALE E PROPORZIONALE. ''IL VERO SPARTIACQUE -HA OSSERVATO INFATTI- E' FRA CHI VUOLE DAVVERO LA RIFORMA DEI PARTITI E CHI PENSA A CONSOLIDARLI''. QUANTO ALLA RIFORMA ELETTORALE, GIUGNI SI E' DETTO FAVOREVOLE AL SISTEMA TEDESCO: UNINOMINALE CON SISTEMI DI CALCOLO PROPORZIONALI''.

SULL'ESIGENZA DI ''TRASFORMARE, RIFORMARE O RIFONDARE'' IL PSI E' D'ACCORDO AGOSTINO MARIANETTI CHE PERO' AVVERTE: ''NON VOGLIAMO DISFARLO. PARLIAMO DI COME RILANCIARE L'IDEA SOCIALISTA, NON DI COME DISFARSENE, DI COME RINNOVARE, UNIRE LA SINISTRA E NON PENSIAMO AD ESSERE POST-SOCIALISTI, ALLO SBANDO FRA SEGNI, BOSSI E ORLANDO''. PER IL PSI, MARIANETTI HA PROPOSTO UNA ''FASE COSTITUENTE CREATIVA E INNOVATIVA, CHE LIBERI E RICERCHI ENERGIE'': UN'ASSISE, UNA CONVENZIONE COMPOSTA PER UN TERZO DALLE RAPPRESENTANZE TERRITORIALI, PER UN TERZO DA QUELLE ELETTIVE E PER IL RESTO DALLE ORGANIZZAZIONI SOCIALI E TERRITORIALI. ''E' ASSOLUTAMENTE CHIARO -HA SPEIGATO- CHE PERCORSO, TEMPI E COMPOSIZIONE DELLA 'CONVENZIONE' DEBBANO ESSERE DECISI CONSENSUALMENTE E UNITARIAMENTE''.

(PNZ/GS/ADNKRONOS)