RIFORME: CUCCIA 'BURATTINAIO' DI SEGNI? - ALTISSIMO, FORTE
RIFORME: CUCCIA 'BURATTINAIO' DI SEGNI? - ALTISSIMO, FORTE

ROma, 26 Ott. (Adnkronos) - Ciriaco De Mita ha sostenuto che dietro le proposte di Mario Segni potrebbe esserci un ''burattinaio'', che forse potrebbe ripondere al nome di Enrico Cuccia. ''MF'' pubblica un sondaggio dal quale emergono i ''si''', i ''no''', i ''forse'' di alcuni esponenti politici e del mondo economico.

Secondo il segretario del Pli Renato Altissimo ''De Mita non ha capito: e' un vecchio peccato dei cattolici pensare che dietro a tutto ci sia sempre il diavolo. Questo vuol dire non aver capito che cosa c'e' nel paese: la realta' in cui vive DE Mita e' abbastanza immobile rispetto alle zone il cui grande cambiamento e' richiesto''.

''No'' e' la risposta anche del responsabile economico del Psi e presidente della commissione finanza del senato Francesco Forte, secondo il quale, se mai, Mediobanca potrebbe essere una ''vittima'' della politica di Mario Segni. ''Mi sembra che dietro Mario Segni o Giorgio La Malfa -dice Forte- noN ci sia affato Enrico Cuccia, ma piuttosto lo schieramento di Carlo De Benedetti. Ciriaco De Mita sbaglia: Cuccia non e' un affossatore del sistema del partiti. Oltretutto uno dei suoi principali pupilli e' salvatore Ligresti, che mi sembra vittima dell'antisistema''. (segue)

(Pol/PE/Adnkronos)