ACQUA: 20 PAESI A CONSULTO PER SCONFIGGERE LA SICCITA'
ACQUA: 20 PAESI A CONSULTO PER SCONFIGGERE LA SICCITA'

ROMA, 28 OTT. -(ADNKRONOS)- TRASFORMARE IL MEDITERRANEO IN UN GRANDE ''MARE DI PACE'' RISOLVENDO ATTRAVERSO LA COOPERAZIONE I PROBLEMI COMUNI PIU' SCOTTANTI. SONO LE PREMESSE CON LE QUALI E' STATA INAUGURATA QUESTA MATTINA LA ''IIA CONFERENZA MEDITERRANEA SULL'ACQUA'', CHE VEDE RIUNITE DAL 28 AL 30 OTTOBRE NELLA CAPITALE LE DELEGAZIONI E I MINISTRI DI 17 PAESI DELL'AREA MEDITERRANEA. L'INIZIATIVA E' PROMOSSA DAL GOVERNO ITALIANO E DALLA CEE E SI PROPONE DI INDIVIDUARE STRATEGIE ED INTERVENTI COERENTI, PER GESTIRE UNA RISORSA FONDAMENTALE PER LO SVILUPPO E LA SOPRAVVIVENZA DELLE POPOLAZIONI DELLA REGIONE MEDITERRANEA.

''LA MANCANZA DI ACQUA E' IL MAGGIOR PROBLEMA AMBIENTALE DI CUI SOFFRONO LE POPOLAZIONI DEL MONDO -HA DETTO IL MINSTRO DEI LAVORI PUBBLICI FRANCESCO MERLONI CHE APRENDO IL CONVEGNO HA SOTTOLINEATO COME ''QUESTA CONFERENZA SIA DI PER SE' UN SEGNO MOLTO POSITIVO DELLA COLLABORAZIONE FRA I PAESI DEL MEDITERRANEO''.

LE BASI DI QUESTA COOPERAZIONE -AVVIATA GIA' NELLA CONFERENZA DI ALGERI DEL '90- VERRANNO ANCORA RAFFORZATE DALLA FIRMA (VENERDI' PROSSIMO IN CAMPIDOGLIO) DELLA ''CARTA MEDITERRANEA DELL'ACQUA'' E DALLA PROPOSTA DI CREARE UNA ''RETE MEDITERRANEA DELL'ACQUA'' PER SVILUPPARE E DEFINIRE POLITICHE DI GESTIONI DELLE RISORSE IDRICHE UNITARIE E COERENTI. (SEGUE)

(CCR/PAN/ADNKRONOS)