INFLUENZA: PROF. AIUTI - EVITARE I LUOGHI CHIUSI
INFLUENZA: PROF. AIUTI - EVITARE I LUOGHI CHIUSI

Roma, 28 ott (adnkronos) - Niente mezzi di trasporto pubblici e niente locali affollati e troppo chiusi: sono gli alleati preferiti dal virus dell'influenza. ''Il vaccino influenzale protegge solo al 60-70 per cento, quindi sono indispensabili le precauzioni igieniche, soprattutto per i soggetti immunodepressi''. Lo ha detto all'adnkronos il professor fernando aiuti titolare della cattedra di immunologia e allergologia dell'universita' ''la sapienza'' di roma. Secondo aiuti ''pur essendo utile, la vaccinazione da sola non basta, specialmente per alcuni tipi di individui a rischio che, indipendentemente dall'eta', hanno un'immunodeficienza secondaria''.

''Per tutti e specialmente per questi individui - ha spiegato aiuti - e' bene evitare i luoghi affolllati e chiusi in cui circolano grosse quantita' di virus. I soggetti che hanno nei periodi invernali infezioni e bronchiti croniche devono stare molto attenti a queste precauzioni e a fare il vaccino che ha proprio in questo tipo di soggetti immunodepressi le nuove indicazioni. In tutti coloro che hanno una depressione immunitaria accertata come diabetici, malati che sono in terapia con cortisonici, debilitati per terapie antitumorali - ha aggiunto l'immunologo - come novita' e per maggiore sicurezza possono essere consigliati, insieme al vaccino, farmaci immunomodulanti come citochine, interferone, ormoni timici e stimolanti batterici. Questi farmaci sono autorizzati a questo scopo dal ministero della sanita'''. (segue)

(ria/gs/adnkronos)