TV LOCALI: APPELLO A SCALFARI
TV LOCALI: APPELLO A SCALFARI

ROMA, 28 OTT. -(ADNKRONOS)- UN APPELLO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PER SALVARE LE TV LOCALI. LO HANNO LANCIATO I RAPPRESENTANTI DI ITALIA 7, CINQUESTELLE ED ODEON TV, I TRE MAGGIORI NETWORKS DI TV LOCALI ITALIANI, PREOCCUPATI PER GLI EFFETTI CHE IL DECRETO SULLE RISORSE PUBBLICITARIE POTRA' AVERE SULLE PICCOLE EMITTENTI.

''NELL'ASSEGNARE LE RISORSE ALLA RAI -INFORMA UN COMUNICATO- INFATTI, IL DECRETO NON CONSIDERA LE RICHIESTE AVANZATE AL GOVERNO DELLE TV LOCALI, E CIOE' L'ATTRIBUZIONE ALLE STESSE DEL 30% DEL CANONE RAI O L'AMMONTARE DELLA SUA DEFISCALIZZAZIONE''. ''LA LEGGE MAMMI' ASSEGNA ALLE TV LOCALI UN RUOLO DI PUBBLICO INTERESSE -SOSTENGONO I TRE CIRCUITI- ED E' PERCIO' COMPITO DELLO STATO FARE I NMODO CHE NON VADA PERDUTO IL PATRIMONIO CULTURALE, ECONOMICO E SOCIALE DELL'INFORMAZIONE PRODOTTA DA QUESTE EMITTENTI, CON ADEGUATI INTERVENTI DI SOSTEGNO''.

''IL DECRETO SULLE RISORSE PUBBLICITARIE, INVECE, VA IN TUTT'ALTRA DIREZIONE -SCRIVONO AL PRESIDENTE SCALFARO L'ING. MONTRONE, L'ING. GRANDINETTI E IL DOTT. SAMPERI- E RAPPRESENTA UN VERO E PROPRIO ATTENTATO ALLA LIBERTA' D'INFORMAZIONE, UN COLPO CHE POTREBBE RIVELARSI MORTALE PER MOLTE TELEVISIONI LOCALI''.

(RED/PAN/ADNKRONOS)