CANCRO: IN ITALIA (2) - I TRAGUARDI DELLA CHIRURGIA
CANCRO: IN ITALIA (2) - I TRAGUARDI DELLA CHIRURGIA

(ADNKRONOS) - ''La chirurgia sta per questo facendo passi da gigante - ha detto di matteo - ed anche se ancora da perfezionare, da' gia' ottimi risultati perche' su 100 individui colpiti, 60 guariscono in maniera definitiva dalla malattia dove naturalmente si mettano in atto particolari interventi demolitivi. In questo senso rari sono ormai gli interventi con l'appplicazione della ''sacca'' perche' grazie alle suturatrici meccaniche si riescono a ricongiungere capi intestinali sempre piu' in basso verso l'ano''.

''Inoltre - ha detto di matteo - nel caso di distruzione dell'ano, con metodi di assoluta novita', possiamo ricreare la funzione dello sfintere attraverso una plastica con i due muscoli 'gracili' della coscia che, conservando l'innervazione, possono essere portati intorno all'ansa intestinale e controllati con elettrostimolatori: in questo modo riescono ad essere dei veri e propri sfinteri. Se fino a 15 anni fa la meta' degli interventi sul retto finiva con il sacchetto sull'addome, adesso si usa solo nel 15 per cento dei casi e per questi c'e' la possibilita' di una correzione dinamica attraverso plastiche con i muscoli della coscia''.

(ria/PE/ADNKRONOS)