CRIMINALITA': MANCINO E PARISI (2) - IL 'SUPERPOLIZIOTTO'
CRIMINALITA': MANCINO E PARISI (2) - IL 'SUPERPOLIZIOTTO'

(ADNKRONOS) - Tuttavia, secondo Mancino, occorrono ''ulteriori passi per piu' significativi risultati. E' con questo spirito -ha aggiunto il ministro- che, sostenuto dall'unanime determinazione del consiglio dei ministri, ho recentemente presentato un disegno di legge il cui obiettivo e' rappresentato unicamente dalla ferma volonta' di configurare con maggiore incisivita' i reciproci rapporti tra gli apparati di sicurezza. Il coordinamento infatti ha bisogno di strutture e provvedimenti, non puo' essere affidato, come si diceva ad inizio secolo, alla buona volonta' del padre di famiglia. Sono necessari atti normativi concreti, altrimenti si resta nell'ambito delle pie intenzioni''.

Sull'iter legislativo che dovrebbe portare al'istituzione del cosiddetto 'superpoliziotto' Mancino non si e' comunque sbilanciato: il provvedimento ''sta dinanzi al Senato, in comitato ristretto''. Nessuna previsione sui tempi di un approdo definitivo: ''Non lo so quando. Perche' poi uno deve trasformarsi in profeta o in mago? io non leggo il vetro perche' non mi piace, la sfera non mi piace''. (segue)

(Sam/pe/adnkronos)