CUORE: UN FARMACO RIDUCE I RISCHI DEL DOPO INFARTO
CUORE: UN FARMACO RIDUCE I RISCHI DEL DOPO INFARTO

Roma, 29 ott (adnkronos) - Un farmaco diminuisce del 21 per cento la mortalita' del dopo infarto. Si chiama ''captopril'' ed e' un farmaco ampiamente conosciuto come antipertensivo, ma e' in grado anche, se dato precocemente dopo un infarto, di aumentare la sopravvivenza del paziente in quel periodo cosi' delicato in cui il soggetto e' 7-10 volte piu' a rischio di morire di quello sano.

E' quanto deriva dai risultati dello studio americano ''save''(sopravvivenza e dilatazione ventricolare) presentato a capri dal professor eugene braunwald, della harvard university, nel corso del quinto seminario nazionale di cardiologia clinica dell'ance, l'associazione cardiologi extraospedalieri, sotto la presidenza del professor cesare proto.

Lo studio della harvard, condotto con la collaborazione di 45 centri cardiologici del nord america per oltre 4 anni su una popolazione di 2231 pazienti, e' partito dall'osservazione che l'infarto di cuore, quando non e' immediatamente mortale, conserva ancora, nonostante le terapie piu' moderne, una prognosi potenzialmente negativa oltre al rischio estremamente elevato di andare incontro ad una recidiva. Il rischio di mortalita' e' legato - secondo i ricercatori - al continuo e progressivo fenomeno di dilatazione del muscolo cardiaco dopo l'infarto, un fenomeno chiamato ''remodelling'' o rimodellamento ventricolare. (segue)

(ria/PE/ADNKRONOS)