I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. La Rai commissariata e dipendenti in cassa integrazione. Questa la soluzione prospettata dal presidente del consiglio Amato per risanare l'azienda. Amato nella trasmissione televisiva 'Mixer' ha detto: ''Se parliamo della Rai come di un'azienda che ha bisogno anche'essa di un risanamento, allora la possibilita' di risanarla sarebbe concreta se ci potesse essere un commissario''. Il presidente del consiglio ha aggiunto di non pensare ''neppure lontanamente'' ad una privatizzazione dell'Ente televisivo di stato.

Roma. 40mila artigiani scenderanno in piazza nella capitale contro il fisco e la minimum tax. Ad aprire il corteo saranno i 'padroncini' dell'autotrasporto. Gli stessi che alla fine di Novembre, con l'annunciato blocco totale di otto giorni dei Tir, potrebbero mettere in ginocchio l'intero sistema produttivo. Sempre stamane si terra' a Milano una manifestazione autoconvocata dai 300 consigli di fabbrica. L'iniziativa ha provocato la frattura dentro il sindacato con la Cgil favorevole alla manifestazione, mentre cisl e uil sono nettamente contrarie. Il ministro delle finanze Giovanni Goria ha confermato che il Governo non cambiera' la minimum tax. ''Si tratta -ha detto- di una proposta ragionevole. Essa e' solo la fase uno di un progetto di riordino del settore fiscale: ora dobbiamo passare alla fase due che e' quella di semplificare le procedure e poi alla fase tre che e' quella di riordinare le imposte''.

Roma. Umberto Bossi chiede scusa agli italiani e ha licenziato gli autori del manifesto razzista comparso a trento. ''Non ho timore a chiedere scusa per questo manifesto che piu' che esser razzista e' estremamente stupido'', ha detto il 'senatour'. Il leader della Lega ha deciso inoltre di chiudere le sezioni trentine, sospendere gli organi locali e rinviare le iniziative politiche nell'intera provincia.

Roma. Nella direzione del Pds di ieri il segretario, Achille Occhetto, ha detto che le forze del rinnovamento devono saper ''ricostruire'' la democrazia. Occhetto lancia un appello per un confronto serio e una decisione sulla legge elettorale, e ribadisce la disponibilita' del Pds ad una azione di governo per ''la transizione al nuovo'', se non fossero accolte le condizioni programmatiche della Quercia. Dissenso del leader storico Pietro Ingrao, che con un gesto polemico ha lasciato i lavori, non partecipando al voto.

Roma. Oggi, dopo il parere del ministro della giustizia Martelli, il Csm nominera' il nuovo superprocuratore. Sul tavolo i nomi di Siclari e Cordova. Intanto pesante attacco di Giuseppe Di Gennaro, superprocuratore antimafia 'reggente', al Csm: ''Mi hanno lasciato solo. Contro di me hanno fatto ostruzionismo''. Dura la replica di palazzo dei Marescialli: ''Chi non viene chiamato ad un incarico importante si lamenta sempre'', ha detto Galloni. (segue)

(red/gs/adnkronos)