I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Sarajevo. Nuovi bombardamenti nella capitale bosniaca. Nel mirino dell'artiglieria pesante serba, sia il centro della citta' che i rioni periferici. Sempre drammatica la situazione a Jaice: nonostante il consolidamento delle linee difensive croate musulmane, si sono susseguiti assalti della fanteria serba appoggiata da carri armati. In diverse zone si sono svolti combattimenti all'arma bianca. Incessanti le pressioni militari serbe su Gradacac nel nord est della Bosnia.

Belgrado. Proseguono gli incontri ed i colloqui sulla ex Jugoslavia tra i due copresidenti della conferenza di pace David Owen e Cyrus Vance ed i vertici federali. Non sono emerse difficolta' negli incontri con Dobrica Cosic e Milan Panic, rispettivamente presidente della federazione serbo-montenegrina e premier federale, dall'altra. Vance e Owen hanno presentato a Belgrado il progetto per un nuovo assetto costituzionale della Bosnia. Altri temi all'ordine del giorno: la situazione nella federazione serbo-montenegrina, le elezioni del prossimo 20 dicembre, la smilitarizzazione di Sarajevo, gli aiuti umanitari, i problemi che riguardano la minoranza albanese nel Kossovo e, per la prima volta, il punto di vista federale sulla Macedonia. Il governo federale, ha iniziato i preparativi per il riconoscimento della Repubblica.

Bonn. La Bundesbank non molla e, nella riunione odierna del suo consiglio direttivo, conferma che il costo del denaro non scende. Tetragona nelle sua politica di controllo della stabilita' monetaria interna, la banca centrale tedesca ha confermato all'8,25 per cento il tasso ufficiale di sconto ed al 9,5 il tasso lombard. E' dal 15 settembre scorso che i tassi guida del sistema finanziario tedesco non mutano. In quell'occasione il tus venne ridotto dello 0,5 per cento ed il Lombard dello 0,25. Sono andate cosi' deluse le attese dei molti operatori finanziari che davano come imminente un ribasso dei tassi, nonostante nei giorni scorsi fosse sceso in campo lo stesso governatore della Bundesbank, Helmut Schlessinger, per smentire ogni ipotesi del genere.

Ankara. E' di tre soldati morti ed otto feriti il bilancio degli attacchi realizzati tra ieri sera e questa mattina nella Turchia sud-orientale dai guerriglieri del Pkk (Partito dei lavoratori curdo). Il fatto piu' grave si e' verificato nella citta' di Bulgudere, nella provincia di Elazig, quando i guerriglieri hanno colpito con diversi razzi 'terra-terra' un avamposto dell'esercito. Tre morti e quattro feriti il bilancio dell'attacco. Gli altri quattro militari sono stati feriti in un'imboscata sempre a pochi chilometri da Elazig. (segue)

(RED/bb/adnkronos)