KOSSOVO: NO DEGLI ALBANESI AD UN INCONTRO CON I SERBI
KOSSOVO: NO DEGLI ALBANESI AD UN INCONTRO CON I SERBI

Pristina, 29 ott (adnkronos/dpa)- Malgrado i ripetuti tentativi messi in atto oggi da Cyrus Vance e Lord Owen, giunti a Pristina da Belgrado, il leader della comunita' albanese del Kossovo, Ibrahim Rugova, non ha accettato di partecipare ad una riunione con il premier federale Milan Panic ed il governatore serbo della provincia, Milos Simovic.

Nel corso di una conferenza stampa tenuta prima della partenza per la Macedonia, Vance ha affermato che non e' in progetto una totale indipendenza del Kossovo, ma che e' necessario dotare la provincia di uno statuto speciale o di autonomia, in linea con le esigenze della maggioranza albanese della popolazione.

Il governo e l'assemblea del Kossovo vennero sospesi dal presidente serbo Slobodan Milosevic nel luglio 1990. Nello stesso periodo vennero chiusi i mezzi di informazione in lingua albanese.

Owen ha reso noto che nel corso dei colloqui con Panic ed i funzionari serbi e' stata decisa l'abolizione di una serie di leggi discriminatorie nei confronti della popolazione albanese. Il prossimo 2 novembre inoltre, verranno riaperte le scuole per la comunita' albanese. In Macedonia, Vance e Owen incontreranno i leader politici per discutere del riconoscimento della repubblica.

(cin/as/adnkronos)