MAL DI SCHIENA: COLPISCE (2)
MAL DI SCHIENA: COLPISCE (2)

(Adnkronos) - Quanto al paradosso che vede il dolore vertebrale in continuo aumento tra chi effettua lavori pesanti, De Girolamo ha osservato che ''cio' probabilmente e' dovuto ai mutamenti culturali che hanno portato ad un cambiamento significativo della soglia di tolleranza del dolore e all'adozione di un ruolo socialmente riconosciuto per il malato''.

Notevoli sono i costi diretti e indiretti di questa patologia: negli Stati Uniti sono stati calcolati in 16 miliardi di dollari l'anno, in Francia in 5 miliardi di franchi, mentre in Gran Bretagna i costi pagati dalla comunita' in termini di mancata produttivita' per le assenze dal lavoro, sono nell'ordine dei 300 milioni di dollari l'anno.

In Italia, ha sottolineato Ennio Gori, presidente dell'Assoterme, l'associazione delle aziende termali a partecipazione statale, le patologie reumatiche, che hanno nel dolore vertebrale uno dei primi segnali di insorgenza, occupano il secondo posto tra le cause di invalidita' e colpiscono secondo dati forniti dalle strutture ospedaliere circa 6 milioni di persone, collocandosi dopo le malattie circolatorie e prima di quelle respiratorie.

Anche l'invalidita' temporanea, che si esprime in giorni di assenza dal lavoro e' molto rilevante e contribuisce ad aumentare il danno economico provocato dalle malattie reumatiche, che provocano l'arresto del lavoro per circa il 13 p.c. degli uomini e oltre il 12 p.c. per le donne. (Segue)

(Red/AS/ADNKRONOS)