PDS: OCCHETTO - NON C'E' UNA ''NUOVA'' PROPOSTA DI GOVERNO (2)
PDS: OCCHETTO - NON C'E' UNA ''NUOVA'' PROPOSTA DI GOVERNO (2)

(Adnkronos) - Occhetto ha infatti ricordato ai membri della direzione che nell'ultima riunione, nell'ordine del giorno approvato all'unanimita' si era dato mandato al coordinamento politico del partito e ai gruppi parlamentari di ''sviluppare una iniziativa immediata volta a creare le condizioni per dare all'Italia un governo di svolta che con un profondo rinnovamento del personale politico e del modo di governare sia capace di affrontare la crisi del paese e di raccogliere la fiducia dei cittadini''. Ed allora fa osservare: ''e' arrivato il momento di dire che la condizione oggi e' questa''.

''Io -dice ancora Occhetto- indico nella contromanovra i punti qualificanti della nostra impostazione economica e sociale e, nel contesto di quel ragionamento generale che non indicava una nuova formula di governo, dichiaro che il nostro impegno puo' avvenire dentro il nuovo oppure con una funzione di transizione che significa passaggio da un sistema politico ad un altro: il governo di svolta e' di svolta se segna questa transizione''.

Per Occhetto quindi sono ''le accelerate condizioni della crisi'' ad accelerare il momento del governo di svolta ed imporre un maggiore impegno in questa direzione del suo partito: ma nessun cambio di linea politica. ''Io -fa notare il segretario del partito della Quercia- non ho proposto un governo istituzionale o una formula qualsiasi''.

Nella sua relazione, inoltre, Occhetto conferma l'impegno del Pds nella riforma elettorale secondo ''il progetto che abbiamo votato'' ma invitando a ''non pensare che il progetto non debba essere messo in discussione al fine di ricercare una soluzione politica piu' ampia''. Ed inoltre Occhetto conferma la linea del partito di impegno a fianco dei lavoratori nella protesta sociale e di ''no'' a governissimi nelle giunte locali.

(Pol/as/adnkronos)