RICERCA SCIENTIFICA: BUONI DEL TESORO PER FINANZIARLA
RICERCA SCIENTIFICA: BUONI DEL TESORO PER FINANZIARLA

Genova, 29 ott. (adnkronos) - Emissione di ''buoni del tesoro tecnologici'' dello stato per finanziare i progetti di ricerca scientifica con una possibile ricaduta sul mercato. In un paese in cui, in soli cinque minuti, vengono venduti buoni ordinari del tesoro (bot) per un valore di 46 mila miliardi -come e' accaduto due giorni fa- perche' non provare a raccogliere nello stesso modo i 20 mila miliardi necessari all'Italia in un anno per finanziare la ricerca farmaceutica e recuperare il distacco accumulato con Francia, Germania e Gran Bretagna?

A lanciare la proposta al ministro del tesoro Barucci e' stato Francesco Della Valle, l'industriale farmaceutico presidente della Lise group nell'ambito di un dibattito sull'applicazione industriale delle biotecnolgie organizzato oggi al centro delle biotecnologie avanzate (CBA) appena inaugurato a Genova cui e' intervenuto, fra gli altri, anche il prof. Leonardo Santi, direttore del CBA.

Innumerevoli i vantaggi dell'emissione da parte dello stato dei buoni del tesoro tecnologici. Non secondario quello della diffusione su larga scala, quella dei risparmiatori italiani cioe', della cultura scientifica. Una diffusione sempre maggiormente necessaria soprattutto nel campo delle biotecnologie dove e' cosi' facile generare ''mostri'' e utopie che finiscono con l'ostacolare la stessa attivita' di ricerca. (segue)

(sip/as/adnkronos)