BOSNIA: RIFIUTO SERBO A PIANO VANCE-OWEN
BOSNIA: RIFIUTO SERBO A PIANO VANCE-OWEN

Capodistria, 29 ott. (adnkronos) - Dopo Radovan Karadziz anche il numero due dei serbi bosniaci Kolievic ha respinto il piano sul futuro assetto interno della Bosnia Erzegovina. In una dichiarazione rilasciata a Ginevra l'esponente serbo afferma che la bozza della nuova costituzione impedisce la creazione di forze armate centralizzate nelle regioni dove i serbi costituiscono la maggioranza. Il no serbo all'iniziativa di Vance e Owen viene 'sottolineato' in queste ore dai nuovi bombardamenti di Sarajevo. Nel mirino dell'artiglieria pesante sia il centro della capitale bosniaca che i rioni periferici.

Intanto il consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dovrebbe esaminare oggi la bozza della nuova costituzione della repubblica messo a punto dai due copresidenti della conferenza di pace. Il documento prevede la creazione di una decina di regioni autonome, una presidenza collegiale e una struttura statale centralizzata. Vance e Owen hanno illustrato ieri la proposta ai massimi esponenti politici e militari serbi contattati a Belgrado prima tappa della loro visita nell'ex Jugoslavia. oggi i due diplomatici si incontreranno a Pristina con i dirigenti politici albanesi. E' prevista poi una tappa a Skopije.

Drammatica sempre la situazione a Jaice, nonostante il consolidamento delle linee difensive croate musulmane, per l'intera giornata di ieri si sono susseguiti assalti della fanteria serba appoggiata da carri armati. In diverse zone si sono svolti combattimenti all'arma bianca. Incessanti le pressioni militari serbe su Gradacac nel nord est della Bosnia.

(dac/PE/ADNKRONOS)