PERU': ESPULSI DUE ITALIANI PER APOLOGIA DEL TERRORISMO
PERU': ESPULSI DUE ITALIANI PER APOLOGIA DEL TERRORISMO

Lima, 29 ott (adnkronos/dpa)- I cittadini italiani Massimo de Santi e Giovanna Pagani, sono stati espulsi insieme ad altre quattro persone dal Peru' per essersi resi colpevoli di ''apologia del terrorismo''. Il De Santi e la Pagani, due avvocati, giunti a Lima con i colleghi statunitensi Nimia Baher, Maria Navarro e William Martin, ed il tedesco Reiner Koch sono stati imbarcati oggi con un foglio di via - secondo quanto scrive l'agenzia di stampa tedesca Dpa - su un aereo commerciale diretto a Miami, Florida.

Nimia Baher, Maria Navarro, William Martin, Massimo De Santi, Giovana Pagani e Reiner Koch, tutti avvocati, sono stati arrestati martedi' scorso a Lima quando, presentandosi con la falsa qualifica di funzionari delle Nazioni Unite, hanno tenuto una conferenza stampa in un albergo della capitale peruviana. Durante l'incontro con i giornalisti i sei hanno attaccato definito ''illegittimo'' il processo con il quale, recentemente, e' stato condannato all'ergastolo Abimael Guzman, il fondatore dell'organizzazione terroristica filomaoista peruviana ''Sendero Luminoso''.

L'atteggiamento dei sei avvocati - che secondo voci impossibili da verificare sarebbero giunti in Peru' su invito dell'Associazione degli Avvocati Democratici, una sorta di ''braccio legale'' di Sendero - ha fatto scattare l'arresto ed il processo durante il quale i nostri connazionali, come gli altri imputati, hanno goduto dell'assistenza del consolato italiano a Lima. Sempre secondo quanto scrive la Dpa, il personale diplomatico ha accompagnato i sei avvocati espulsi fino alla scaletta dell'aereo che li ha portati a Miami.

(Liv/BB/ADNKRONOS)