USA 92: TUTTO SULLE FIRST LADIES
USA 92: TUTTO SULLE FIRST LADIES

Washington, 29 ott. (ADNKRONOS/DPA)- La campagna elettorale americana 1992 e' stata ed e' anche una lotta a colpi di famiglia e di mogli. Ma se Margot Perot si e' tenuta in disparte, le protagoniste di questo scontro di dame sono comunque tre, tutte personalita' di ferro, degne discendenti delle spose dei pionieri: la popolare ''nonna'' Barbara Bush, Hillary Clinton, l'avvocatessa di grido che ora svolge il ruolo di moglie devota, Marilyn Quayle, la donna piu' inteligente del marito che cerca di rimanere in ombra per la carriera di lui. E da brave prime donne, non si amano molto fra loro. Leggendaria l'antipatia di Barbara per Marilyn, che non e' neppure stata inviata al matrimonio della figlia minore dei bush. Ecco le schede delle tre prime signore:

BARBARA BUSH: Chioma candida, rughe portate con disinvoltura e una figura non proprio da modella, cinque figli e una schiera di nipoti, Barbara, 67 anni, si definisce con civetteria: ''una tipica nonna nordamericana''. Ma ''Silver fox'' (volpe d'argento), come la chiama il marito, non ha nulla della casalinga sottomessa. La sua forte personalita', nascosta dietro uno stile franco e bonario, ha conquistato l'America dopo la nevrotica Nancy Reagan, tanto da farla figurare nella lista dei dieci personaggi piu' ammirati dagli adolescenti americani. E il partito repubblicano ha utilizzato a piene mani la sua popolarita' nella campagna elettorale, malgrado Barbara sia molto piu' aperta in materia di aborto del marito. (segue)

(civ/pe/adnkronos)