BENIGNI: L'ATTORE ESORDISCE COME SCRITTORE
BENIGNI: L'ATTORE ESORDISCE COME SCRITTORE

ROMA, 28 NOV. -(ADNKRONOS)- L'attore Roberto Benigni esordisce come scrittore. Lo stile di scrittura prescelto? ''E' molto vicino a quello di William Shakespeare'', scherza il comico toscano, che oltre al sommo poeta inglese nel suo libro non esita a paragonarsi anche al Padre Eterno. ''Ieri sera stavo sfogliando la Bibbia. Dio, come me, ha scritto questo libretto di getto. Devo dire che ogni tanto ho trovato qualche similitudine''.

Attenzione, pero', Benigni non ha scritto ne' un romanzo ne' un racconto, tantomeno un saggio sull'umorismo. Con il giornalista Giuseppe Bertolucci ha appena pubblicato, presso la casa editrice Theoria, un volumetto che raccoglie tre testi mitici del Benigni degli esordi: ''Tuttobenigni'', ''Berlinguer ti voglio bene'' e ''Cioni Mario di Gaspare fu Giulia''. ''I testi che qui troverete -spiega nell'introduzione Roberto Benigni- sono memorabili, straordinari, immortali, bellissimi. Vi scoprirete tutte le passioni, l'umano doloroso percorso della vita e della morte. Vi illustreranno il cammino della Storia, il cammino delle Generazioni e vi insegneranno due tra le piu' belle virtu' dell'animo umano: la modestia e l'umilta'''.

Una delle due prefazioni, definite ''Prolegomena'', e' scritta da Benigni, l'altra da Bertolucci. E' lo stesso comico a ricordare che i testi sono stati scritti in collaborazione ''con il geniale Giuseppe Bertolucci: amico fraterno, talento inesauribile, prezioso compagno, instancabile creatore di opere eterne''.

(Pam/as/adnkronos)