CLINTON: UN PRESIDENTE DIFFICILE PER I GORILLA
CLINTON: UN PRESIDENTE DIFFICILE PER I GORILLA

WASHINGTON, 28 nov -(adnkronos) - Una bella gatta da pelare, Bill Clinton per le sue guardie del corpo. Il neoletto presidente, non e' come gli altri suoi predecessori: e' portato per natura a infrangere le regole, soprattutto quelle di sicurezza. E questo sta gia' creando seri problemi ai suoi gorilla, ai quali ha gia' detto piu' volte di essere ''un informale, che vuole continuare ad avere contatti diretti con la gente, mescolarsi ad essa, ascoltarne i problemi dalla viva voce senza avere poliziotti e buttafuori di torno''. Clinton ha anche annunciato che non intende rinunciare alle sue corsette da solo la mattina, al suo caffe' decaffeinato, da americano qualsiasi, al MacDonald che si trova a due isolati dalla Casa Bianca. E tanto per complicare le cose al servizio d'ordine, non fa mistero di avere in programma un tour in autobus attraverso il paese.

A nulla sono finora serviti i moniti sui rischi ai quali potrebbe andare incontro e i ''memento'' a John Kennedy e gli attentati a Ronald Reagan e Gerald Ford dei suoi collaboratori.

(iac/as/adnkronos)