GIUSTIZIA: CHIUSANO - ''NO A PROCESSO COME LOTTA POLITICA''
GIUSTIZIA: CHIUSANO - ''NO A PROCESSO COME LOTTA POLITICA''

Venezia, 28 Nov. (Dall'inviato dell'Adnkronos Dario Converso) - ''Recupero della legalita' e rifiuto del processo penale come lotta politica e di scontro tra poteri''. E' questo il titolo, eloquente, del convegno indetto dall'Unione delle Camere Penali Italiane, in programma a breve a Milano, Venezia o Napoli, annunciato oggi dal presidente dei penalisti italiani, Vittorio Chiusano.

Cosi', e non poteva essere altrimenti, ''tangentopoli'' e' entrata di prepotenza nei lavori della prima conferenza nazionale dell'avvocatura italiana in corso alla Fondazione Cini di Venezia.

Vittorio Chiusano, notissimo nell'ambiente della giustizia, presidente della Juventus e difensore di uno degli imputati dell'inchiesta 'Mani pulite' a Milano, intervistato a margine dell'incontro di Venezia, non ha usato mezzi termini contro ''il ricorso alla detenzione preventiva per ottenere certi risultati nelle indagini, che e' quanto di piu' illegittimo si possa fare. Certo, lo stesso giudice Di Pietro questo principio non lo neghera' mai...''. E il legale vicino alla Fiat si e' 'scagliato' contro il protagonismo di alcuni giudici: ''un caso eclatante e' quello delle indagini sulla diga di Bilancino dove la voglia di protagonismo esasperato non e' mancata. Infatti, e' giusto indagare, ma l'arresto di alcuni indagati era davvero superfluo''. (Segue)

(Dac/zn/adnkronos)