I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Citta' del Vaticano. Visita ufficiale al papa del presidente della Repubblica Scalfaro. Il capo dello Stato ha riconfermato la laicita' della Repubblica italiana nel pieno rispetto, indipendenza e autonomia fra Stato e Chiesa. Giovanni Paolo secondo ha anche osservato come il cattolicesimo rappresenti le radici dell'identita' unitaria della nazione e del popolo d'Italia. Scalfaro era accompagnato dalla figlia Marianna e dal ministro degli Esteri Emilio Colombo. Nel tradizionale scambio di doni: un codice bodoniano per il papa, un'icona russa per il presidente.

Roma. Il fermo dei tir e' stato revocato, dopo che il Consiglio dei ministri aveva messo a disposizione del settore 870 miliardi di lire, per risolvere i vari problemi che hanno portato al braccio di ferro il governo e l'Unatras. I soldi saranno distribuiti in parte attraverso un decreto legge sulla ristrutturazione del settore ed in parte con alcuni emendamenti da apportare alla finanziaria '93.

Roma. La situazione della distribuzione delle sigarette - che procede ancora a rilento - e' stata affrontata dal Consiglio dei ministri. Il governo ha espresso un forte appello alle organizzazioni sindacali del settore affinche' ''valutino positivamente l'impegno del governo e del parlamento a tutela della loro professionalita' e a garanzia del posto di lavoro e riprendano subito le loro funzioni''. Per favorire i rifornimenti entreranno in azione anche le Fiamme Gialle della guardia di finanza.

Roma. Futura riduzione della leva a dieci mesi, il cento per cento annuo dei posti nei carabinieri riservato ai volontari, servizio militare aperto alle donne, riproposizione del testo sull'obiezione di coscienza gia' rinviato alle Camere. Sono queste le novita' del disegno di legge presentato ieri dal ministro della Difesa Salvo Ando' in Consiglio dei ministri. ''Chi sceglie il volontariato nelle forze armate - ha detto Ando' - avra' la certezza di un impiego e di un posto di lavoro''. L'obiettivo e' di trovare i 70 mila volontari che costituiranno l'ossatura delle forze armate di domani. Man mano che si reclutera' personale a ferma prolungata, sara' progressivamente ridotta l'aliquota dei giovani di leva, che diverranno, quando il nuovo modello sara' a regime, circa 70 mila, cioe' quanto i commilitoni volontari.

Roma. Cambia la professione di giudice. La commissione bicamerale per le riforme istituzionali ha votato ieri a larga maggioranza un progetto di riforma globale per il 'terzo potere'. Si entrera' in magistratura esclusivamente per concorso, in base al cosiddetto 'principio della unicita' della giurisdizione' che riguarda i giudici ordinari, amministrativi e contabili. Vietati alle 'toghe' collaudi, arbitrati, consulenze e altre forme di 'arrotondamento' dello stipendio.

Milano. In stasi il mercato azionario. La Borsa ha registrato un +0,3 per cento rispetto all'indice del giorno precedente a Piazza Affari. Quanto al movimento delle valute, giornata difficile per la lira che si e' trovata in affanno con quasi tutte le principali divise internazionali. In particolare con il dollaro, per il quale sono state chieste 1.401. La valuta italiana ha perso terreno anche nei confronti del marco tedesco scambiato a 873 lire e della sterlina inglese, salita a 2.114 lire. La lira, inoltre, ha confermato la sua debolezza sul franco francese, scambiato a 257 e sull'ecu, a 1710 lire. (segue)

(RED/as/adnkronos)