I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Napoli. Lo scandalo della telefonata intercettata tra il questore e il giornalista del ''Mattino'' ha portato alle dimissioni il sindaco socialista Nello Polese. La sua rinuncia alla carica arriva a 24 ore di distanza dall'identica decisione presa dal questore Mattera, sostituito da Lo Mastro. Secondo il sindaco, ''e' in atto un tentativo di destabilizzazione che ha prodotto inquietanti episodi''.

Milano. Il regista teatrale Giorgio Strehler e' entrato nel mirino della giustizia. Il direttore artistico del Piccolo di Milano e' accusato, insieme con la segretaria generale del teatro meneghino Nina Vinchi, vedova dell'ex sovrintendente alla Scala Paolo Grassi, di truffa ai danni della Cee. La Comunita' sborso' 2 miliardi e 200 milioni di lire per finanziare corsi di formazione professionale che non sarebbero poi stati effettivamente organizzati e svolti.

Caltanissetta. Sarebbe rientrata l'ipotesi di manomissione dei diari del giudice Falcone. La procura nissena ha ordinato l'approfondimento della perizia ai tecnici incaricati: un esperto inviato dal ministero dell'Interno e un ingegnere di una societa' informatica. Dovranno stabilire se una parte della memoria del computer e' stata cancellata.

Catania. Scattata nella notte una vasta operazione antimafia. Catturati cinque pericolosi latitanti del clan Pulvirenti, sorpresi in piena notte nel loro covo. Si tratta dei fratelli Alfio, Maurizio e Salvatore Licciardello, di Sebastiano Mazzaglia e di Maurizio Longo, tutti accusati di diversi omicidi. Ieri erano stati emessi 69 mandati di custodia cautelare contro la cosca del latitante Salvatore Pulvirenti, detto 'u malpassotu'. Nel corso dell'operazione ''Aria Pulita'' erano state arrestate otto persone, tra le quali figuravano personaggi di spicco del clan legato al boss Nitto Santapaola: Giuseppe Grazioso, genero di Pulvirenti, Giovanni Romeo, capo del gruppo operante a Tremestieri Etneo, e Filippo Scuderi, capo del gruppo di Belpasso. Si tratterebbe di una banda che operava su tutto il territorio etneo.

Lecce. Catturato dalle forze di polizia del Salento uno dei capi della Sacra Corona Unita, la mafia pugliese. Si tratta di Antonio Indino, latitante da nove anni, ritenuto un boss del traffico di stupefacenti. L'operazione si e' svolta in piena notte.

Napoli. Richiesta dalla procura partenopea al Parlamento l'autorizzazione a proseguire l'indagine sul cosiddetto voto di scambio, nei confronti del ministro della Sanita' Francesco De Lorenzo e dell'ex vice segretario del Psi Giulio Di Donato. Commentando la vicenda, il ministro ha affermato che ''e' da escludere ogni diretto collegamento tra ipotetiche segnalazioni e formazione del consenso elettorale''.

Roma. Il procuratore di Palmi Agostino Cordova, almeno per il momento, non dara' al Consiglio superiore della magistratura le liste dei magistrati iscritti alla massoneria. Il plenum le aveva chieste l'11 novembre, approvando in forma solenne un documento in cui si prendevano le distanze dalle 'toghe incappucciate'. Cordova ha risposto che problemi tecnici, organizzativi e mancanza di personale gli impedivano di esaudire la richiesta. Cinque magistrati sono stati affiancati a Cordova dalla terza commissione del Csm per aiutarlo nella indagine sulle logge massoniche coperte.

Caltanissetta. Un incendio di vaste proporzioni si e' sviluppato ieri all'interno del complesso petrolchimico dell'Enichem a Gela. Nessun operaio e' rimasto ferito. Mobilitate tutte le forze del corpo nazionale dei vigili del fuoco nell'isola. Un'indagine tecnica e' stata avviata dalla direzione aziendale per accertare le cause dell'incidente. (segue)

(RED/as/adnkronos)