BANCHE: IL '92 (3) - MAGRE PROSPETTIVE
BANCHE: IL '92 (3) - MAGRE PROSPETTIVE

(adnkronos) - in effetti, il '92 rischia di essere ricordato tra non molto come l'ultimo degli ''anni grassi'' per le banche, appesantite da costi fissi troppo elevati e scarsamente controllabili, da un grado di efficienza complessiva ancora inadeguato, da un carico crescente di oneri impropri imposti dalla pubblica amministrazione e, ora, da un'incombente ondata di sofferenze.

unico presidio, conclude ''monitor economia'', il patrimonio, cresciuto rapidamente in appena due anni fino a 130 mila miliardi rispetto agli 83 mila di fine '90. non tanto, pero', grazie all'autofinanziamento (15 mila miliardi nei due anni, ma in parte attribuibili al consolidamento di sezioni autonome, a fusioni, alla riclassificazione di fondi e riserve) ne' grazie al ricorso al mercato (poco piu' di 4 mila miliardi) ma piuttosto grazie alle plusvalenze emerse dalla rivalutazione degli immobili e dalla trasformazione di banche pubbliche in spa, pari a 26 mila miliardi.

(red/AS/ADNKRONOS)