BILANCIA COMMERCIALE: A OTTOBRE TORNA IN ATTIVO (2)
BILANCIA COMMERCIALE: A OTTOBRE TORNA IN ATTIVO (2)

(adnkronos) - tornando ai dati di ottobre, l'istat segnala una crescita delle esportazioni in tutti i comparti merceologici ad eccezione di quello dell'agricoltura, silvicoltura e pesca. gli aumenti maggiori hanno interessato i settori dei tessili e dell'abbigliamento (piu' 13 p.c.), quello metalmeccanico (piu' 4 p.c.), quello chimico (piu' 14 p.c.) e quello delle industrie alimentari (piu' 17 p.c.). per quanto riguarda le importazioni invece, gli incrementi piu' significativi si sono registrati per i mezzi di trasporto (piu' 7 p.c.), per i prodotti tessili e abbigliamento (piu' 4 p.c.) e per i prodotti chimici ((piu' 2 p.c.).

in relazione alle aree geografiche si segnala il buon andamento degli scaMbi con i paesi cee, che a fronte di un incremento dell'1 p.c. delle importazioni registrano un un tasso di crescita del 7,3 p.c. nelle esportazioni, con una notevole contrazione del deficit mensile che da 866 miliardi scende a 140 miliardi. cio' e' stato determinato sopratutto dal miglior andamento degli scambi con francia e germania, nei cui confronti si sono registrati per le esportazioni tassi di crescita rispettivamente del 10 e del 12,5 p.c. contro incrementi delle importazioni pari al 2 e al 6 p.c. nel periodo gennaio-ottobre permane comunque un consistente deficit, che tra il 1991 e il 1992 e' passato da 5.632 miliardi a 8.349 miliardi.

nei confronti dei paesi terzi a ottobre si evidenzia invece un completo ribaltamento di segno, passando da un passivo di 536 miliardi a un attivo di 318 miliardi. a tale risultato hanno contribuito gli scambi con i paesi opec e gli usa caratterizzzati da un aumento delle esportazioni pari rispettivamente al 12,3 p.c. e al 2 p.c. e da una diminuzione del 18,5 p.c. e del 4,1 p.c. delle importazioni. risultati positivi con queste aree commerciali si rilevano pure nel periodo gennaio-ottobre, con un deficit (4.178 miliardi) piu' che dimezzato rispetto al 1991 (9.895 miliardi).

(red/AS/ADNKRONOS)