CAMARENA: LIBERATO IL MEDICO RAPITO DALLA DEA
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


CAMARENA: LIBERATO IL MEDICO RAPITO DALLA DEA

Citta' del Messico, 15 dic. -(adnkronos/dpa)- Humberto Alvarez Machain, il medico messicano rapito dalla Dea (l'agenzia antidroga americana) il due aprile 1990 e' stato rimesso in liberta' dai giudici americani. Il sequestro di Machain - accusato di essere complice degli assassini dell'agente della Dea Enrique Camarena Salazar - aveva irrigidito notevolmente i rapporti tra Stati Uniti e Messico, guadagnando anche alla Dea le accuse di molti paesi latino americani che ne lamentavano l'ingerenza negli affari interni di stati sovrani.

Il tribunale federale di Los Angeles ha deciso la liberazione di Machain per ''insufficienza di prove''. La decisione della tribunale californiano sana, tutto sommato, quella controversa presa il 15 giugno scorso dalla Corte Suprema americana che aveva praticamente legittimato il ''rapimento'' di Machain, ricorrendo al cavillo secondo il quale al giudice chiamato a decidere di un caso non interessa come l'imputato sia stato arrestato, ma dal momento che lo ha davanti, si limita a processarlo.

Camarena Salazar, uno dei veterani tra gli agenti ''infiltrati' della Dea, venne torturato ed ucciso dal narcomafiosi del cartello di Guadalajara. Secondo l'accusa durante le torture proprio il dottor Machain gli avrebbe iniettato dei cardiostimolanti per mantenerlo in vita, ma il tribunale ne ha deciso il rilascio perche' la perizia non ha trovato alcun segno delle iniezioni sul corpo di Camarena.

La decisione del tribunale di Los Angeles non e' bastata a calmare le ire del ministero degli esteri messicani: con una dichiarazione oggi la ''cancelleria'' di citta' del messico ha infatti ribadito che la ''colpa'' della Corte Suprema degli Stati Uniti rimane.

(Liv/Pan/adnkronos)