COREA DEL SUD: IL LEADER SCONFITTO LASCIA
COREA DEL SUD: IL LEADER SCONFITTO LASCIA

Seul, 21 dic. (Adnkronos/Dpa) - Kim Dae Jung, il leader dell'opposizione coreana in corsa per la presidenza la settimana scorsa, ha annunciato oggi la decisione di lasciare parlamento e vita politica. Kim, capo del Partito Democratico, dopo aver ottenuto un risultato ''deludente'' (33,4 per cento) alle presidenziali, ha gia' rimesso il suo mandato parlamentare dopo decenni di lotta contro i regimi militari succedutisi in Corea del Sud. Secondo un portavoce del partito democratico, Jung avrebbe intenzione di dedicarsi alla sua vita privata e scrivere un libro di memorie. Jung avrebbe anche intenzione di assumere lo status di ''recluso politico'' e di chiedere ai media di non nominarlo a nessun titolo per un periodo di due anni.

Il presidente eletto, Kim Yung Sam, capo del Partito Democratico Liberale, ha ottenuto un suffragio del 42,4 per cento dei voti, vincendo con un buon margine le prime elezioni democratiche degli ultimi trent'anni. Il primo appoggio ufficiale al nuovo presidente e' venuto da quello uscente, Roh Tae Woo, che ha chiesto alla nazione di aiutare il presidente eletto ''a riconciliare il paese''.

(pab/gs/adnkronos)