KENYA: UCCISI 49 RAZZIATORI DI BESTIAME
KENYA: UCCISI 49 RAZZIATORI DI BESTIAME

Nairobi, 21 dic (adnkronos/dpa)- Quarantanove razziatori di bestiame sono stati uccisi la scorsa settimana nel Kenya settentrionale in scontri con la polizia militare di Nairobi. La stampa kenyota informa che i razziatori sono stati uccisi nelle regioni di West Pokot e Turkana, teatro il mese scorso di una sanguinosa incursione dei banditi della tribu' cristiano-animista sudanese Topoza costata la morte di 89 nomadi turkana kenyoti.

Alla recrudescenza delle incursioni dei razziatori di bestiame nel Nord del Kenya, si contrappone il dilagare nella vallata centrale del Great Rift della violenza tribale politica tra i nomadi della tribu' Kalenjin del presidente Daniel arap Moi, al potere a Nairobi dal 1978 a capo dell'ex partito-stato Kanu (Unione Nazionale Africana Kenya), e la tribu' maggioritaria autoctona Kikuyu. Secondo le denunce diffuse dal Consiglio Nazionale Kenyota delle Chiese (Ncck) alla vigilia delle elezioni generali di fine mese, i Kalenjin avrebbero massacrato quest'anno nella Great Rift Valley almeno un migliaio di Kikuyu, tribu' che si riconosce nel Forum per la Restaurazione della Democrazia (Ford) del leader dell'opposizione Kenneth Matiba. Si registrerebbero stupri, evirazioni, decapitazioni ed altre atrocita' chr ricordano la violenza ''Mau Mau'' degli anni 50. Secondo il segretario generale dell'Ncck, Samuel Kobia, gli elicotteri delle Forze Armate di Nairobi paracaduterebbe armi e munizioni sui villaggi Kalenjin.

(lun/as/adnkronos)