SOMALIA: LA LEGIONE (2) - KISIMAYO
SOMALIA: LA LEGIONE (2) - KISIMAYO

(ADNKRONOS) - Mentre gli americani hanno iniziato a distribuire le 300 tonnellate di grano portate a Baidoa, i 300 marines e paracadutisti belgi sbarcati domenica nella citta' portuale meridionale somala di Kisimayo - dove la situazione di anarchia impedisce da ottobre lo sbarco degli aiuti umanitari - hanno anticipato l'occupazione del porto, dell'aeroporto e del centro urbano. Il comandante dei para' belgi, colonnello Marc Jaqmin, ha avuto un colloquio con il ''signore della guerra'' locale, il generale Omar Jess, leader Darod alleato agli Hawiye di Aidid che, a quanto riferisce il ''Washington Post'', lo ha intrattenuto con una filippica sull'imperialismo occidentale.

Secondo quanto riferito dal comandante dei Marines a Kisimayo, il tenente Mike Abut, Jess sarebbe riuscito a non dover consegnare le armi dietro l'impegno a non far uscire per le strade i suoi miliziani. ''Con molto tatto - ha detto Abut - il colonnello Jaqmin ha fatto capire a Jess che altrimenti li distruggeremo''.

Nel frattempo, il ''presidente ad interim'' Ali Mahdi Muhammad, leader del sottoclan Hawiye Abgal e ''signore della guerra'' di Mogadiscio Nord, ha incontrato oggi a Gibuti il presidente gibutiano Hassan Ghouled Aptidon. Lo scorso finesettimana, Ali Mahdi aveva avuto un colloquio ad Addis Abeba con il presidente etiopico Meles Zenawi e con il leader del governo provvisorio dell'Eritrea Issayas Afewerki. Il prossimo quattro gennaio, la capitale dell'Etiopia dovrebbe ospitare una Conferenza di Riconciliazione Nazionale dei ''signori della guerra'' della Somalia cui dovrebbe partecipare anche il segretario generale delle Nazioni Unite, Boutros Boutros Ghali.

(lun/PE/ADNKRONOS)