DOLLARO: INGHILESI ''LE COSE NON STANNO FERME''
DOLLARO: INGHILESI ''LE COSE NON STANNO FERME''

Roma, 5 Gen. - (AdnKronos) - Marcello Inghilesi, presidente dell'Istituto per il Commercio con l'estero, commentando stamane al Gr2 i problemi per la nostra economia e lo sfondamento da parte del dollaro di quota 1.500 lire ha detto: ''Noi importiamo il 27 per cento in valori di merci in dollari ed esportiamo il 18 per cento. Quindi se queste cifre le dovessimo vedere nel '91, per il quale abbiamo gia' tutti i dati, noi avremmo avuto una perdita secca, stando tutte le cose ferme, di circa 3.600 miliardi di lire di saldo''.

La verita' e' che il mercato secondo Inghilesi non stara' a guardare e reagira' positivamente alla nuova situazione: ''E' evidente che le cose non stanno ferme e che quindi questa valutazione diversa della lira ha degli effetti diretti sulla politica delle esportazioni e delle importazioni''.

(red/zn/adnkronos)