I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

roma. il presidente del consiglio giuliano amato ha ricevuto stamane, a palazzo chigi, il governatore della banca d'italia, carlo azeglio ciampi. nessun particolare sugli argomenti affrontati dal presidente del consiglio e dal governatore della banca d'italia nel corso dell'incontro: amato e ciampi hanno fatto il punto della situazione alla ripresa dell'attivita' dopo le feste di fine anno. il presidente del consiglio ed il governatore della banca d'italia potrebbero percio' aver discusso dei problemi della nostra moneta, ancora debole nei confronti del marco e del dollaro e nuovamente al centro, insieme ad altre valute europee, della tempesta valutaria. ma anche di problemi tutti italiani, come, per esempio, le privatizzazioni, in particolare delle banche pubbliche, dall'operazione imi-casse che e' gia' costata un mancato introito per il 92 di 4 mila miliardi (a cui si aggiungono i tre mila delle mancate vendite immobiliari) al credito italiano. SEMPRE IN MATTINATA, il presidente del CONSIGLIO AMATO E' STATO RICEVUTO AL QUIRINALE DAL PRESIDENTE DELla repubblica oscar luigi scalfaro.

Roma. IL bollo auto manteRRA' per il '93 gli stessi importi dell'anno scorso. Due sole eccezioni: quella della regione basilicata dove ci sara' un lieve aumento e QUELLA del superbollo diesel per le autovetture con dispositivo ecologico di nuova immatricolazione, che godranno di una esenzione di tre anni e pagheranno quindi quanto le pari cilindratE a benzina. L'esenzione del superbollo e' stata ripristinata dal decretone di fine anno. Da quest'anno, la tassa di proprieta' sugli autoveicoli, finora ripartita tra stato e regioni, diventa imposta regionale nelle regioni a statuto ordinario mentre resta imposta erariale in quelle a statuto speciale. Salate le multe per chi effettua i pagamenti in ritardo: il 10 per cento dell'importo per chi paga entro il mese successivo, il 20 per cento entro il secondo mese, il 100 per cento per chi paga dal terzo mese in poi.

Roma. Ogni attivita' venatoria su tutto il territorio nazionale sara' vietata per i prossimi 10 giorni. Lo stabilisce un'ordinanza adottata dal ministro dell'ambiente Carlo Ripa di Meana e trasmessa per il concerto a quello dell'agricoltura Gianni Fontana. Il provvedimento ANTI-CACCIA, come precisa una nota del ministero si e' reso necessario per evitare il danno agli equilibri ambientali derivante dall'accresciuta vulnerabilita' delle specie di fauna selvatica particolarmente esposte al rischio di abbattimento in conseguenza delle attuali difficili condizioni meteoclimatiche. Viva soddisfazione del WWF per il tempestivo intervento del ministro dell'ambiente. L'associazione gia' ieri aveva sollecitato il provvedimento perche' la gravita' della situazione e l'urgenza di non condannare a morte sicura gli animali gia' indeboliti dalle condizioni climatiche eccezionali richiedeva un'azione immediata. Gia' nei giorni scorsi nelle oasi del WWF le guardie erano dovute intervenire per rifornire di cibo gli animali e soprattutto gli uccelli acquatici.

Milano. Piazza affari ha chiuso le contrattazioni a quota 1.003 (nuova base la chiusura del 4 gennaio pari a 1.000), registrando una crescita dello 0,3 per cento. l'ultimo continuo era a quota 1.007, pari a un + 0,7 per cento. protagonisti della giornata finanziaria, piu' dei titoli, sono comunque stati marco e dollaro: le due valute sono state fissate, rispettivamente, intorno alle 939,20 lire e alle 1.537,15 lire, in crescita rispetto a ieri quando il marco era a 924,12 lire e il dollaro a 1.512,33 lire. (SEGUE)

(RED/GS/ADNKRONOS)