FINANZIAMENTO PARTITI: CARIGLIA - ABOLIRE QUELLO PUBBLICO
FINANZIAMENTO PARTITI: CARIGLIA - ABOLIRE QUELLO PUBBLICO

ROMA, 5 GEN. - (ADNKRONOS) - IL PRESIDENTE DEL PSDI ANTONIO CARIGLIA INSISTE SULLA NECESSITA' DI ABOLIRE IL FINANZIAMENTO PUBBLICO DEI PARTITI, PREVEDENDO INVECE LA POSSIBILITA' DI DEVOLVERE AD UN ''FONDO PER LA DIFESA DELLA DEMOCRAZIA'' UNA PERCENTUALE DEL REDDITO E STABILENDO CHE SIA UN ENTE MORALE A GESTIRE QUESTI FONDI.

''NON VI E' DUBBIO -HA AGGIUNTO CARIGLIA CONVERSANDO CON I GIORNALISTI A MONTECITORIO- CHE CHI SI E' MACCHIATO DEI REATI DI CORRUZIONE O CONCUSSIONE DEBBA PAGARE IL SUO CONTO CON LA GIUSTIZIA, MA CREDO ANCHE CHE IL PROBLEMA DEL FINANZIAMENTO AI PARTITI SIA STATO POSTO MALE: LA PRIMA COSA DA FARE E' ANALIZZARE LA VECCHIA LEGGE PER CAPIRE QUANTE ASSURDITA' HA PROVOCATO. E' UNA LEGGE MANCHEVOLE E CHE DA' ADITO AD INTERPRETAZIONI MALANDRINE. PER QUESTO IL PSDI E' FAVOREVOLE ALLA SUA ABOLIZIONE E ALL'INTRODUZIONE DI UN CONTRIBUTO DEL 4 PER MILLE SULL'IRPEF, COSI' COME E' FAVOREVOLE ALL'IPOTESI CHE LA SOTTOSCRIZIONE A FAVORE DEI PARTITI SIA LIBERA E VENGA EFFETTUATA CON REGOLARE RICEVUTA''.

PER QUANTO RIGUARDA IL CONCETTO DELLA ''RESPONSABILITA' OGGETTIVA'' DEI SEGRETARI DI PARTITO, CARIGLIA (EX SEGRETARIO DEL PSDI) SI DICE CONVINTO CHE ''UN SEGRETARIO FINISCA PER NON SAPERNE NULLA: E' DIFFICILE -SPIEGA- CONOSCERE TUTTI I FINANZIAMENTI, ANCHE PERCHE' L'ATTUALE LEGGE PREVEDE L'ISTITUTO DELLA 'RACCOLTA' ALLA QUALE NON VENGONO POSTI LIMITI SE NON QUELLO CHE OGNI SINGOLA QUOTA NON PUO' SUPERARE I 5 MILIONI. E QUANDO SI ORGANIZZANO LE FESTE DELL'UNITA', O DELL'AMICIZIA, O QUELLE DELL'AVANTI O DELL'UMANITA', SI FANNO SEMPRE LE 'RACCOLTE', E CHI PUO' SAPERE QUANTO SI RACCOGLIE NEL BUSSOLOTTO?''.

(POL/ZN/ADNKRONOS)