FINANZIAMENTO PARTITI: LIBERTINI (PRC) - NESSUNA SANATORIA
FINANZIAMENTO PARTITI: LIBERTINI (PRC) - NESSUNA SANATORIA

ROMA, 5 GEN. (ADNKRONOS) - I SENATORI DI RIFONDAZIONE COMUNISTA OPPORRANNO, IN COMMISSIONE E IN AULA, UNA ''RESISTENZA DI FERRO'' AL TENTATIVO DEI PARTITI DI GOVERNO DI ''DARE UNA SANATORIA PER LE TANGENTI DEL PASSATO'' E DI ''LEGALIZZARE LE TANGENTI PER I PARTITI PER IL FUTURO RIBATTENZANDOLE DONAZIONI''. LO AFFERMA IN UNA DICHIARAZIONE IL PRESIDENTE DEI SENATORI DI RIFONDAZIONE COMUNISTA LUCIO LIBERTINI.

''CI OPPORREMO ANCHE - AGGIUNGE LIBERTINI - ALLA CESSAZIONE DEL SOSTEGNO DELLO STATO AI PARTITI, PERCHE' CIO' SIGNIFICA CERCARE DI OBBLIGARLI ALLE TANGENTI PIU' O MENO LEGALIZZATE''. RIFONDAZIONE E' INVECE FAVOREVOLE A TRASFORMARE LE ELARGIZIONI DI DENARO PUBBLICO AI PARTITI IN ''SERVIZI PER L'ATTIVITA' POLITICA''.

''NON SOLO NON ACCETTIAMO CONDONI E SANATORIE, MA METTIAMO IN GUARDIA L'OPINIONE PUBBLICA - PROSEGUE LIBERTINI - CONTRO UN NUOVO TRUCCO: ABOLENDO LA VECCHIA LEGGE SUL FINANZIAMENTO PUBBLICO CADONO I REATI CONTESTATI AI DIRIGENTI DEI PARTITI E VIENE AUTOMATICAMENTE PASSATO UN COLPO DI SPUGNA PER TUTTI''. SECONDO L'ESPONENTE DI RIFONDAZIONE I PARTITI DEVONO VIVERE CON I CONTRIBUTI DEI PROPRI ISCRITTI E CON SERVIZI (MANIFESTI, SEDI, SPAZI TELEVISIVI) FORNITI ''CON CRITERI DI AUSTERITA' E DI EQUITA' DALLA MANO PUBBLICA''.

(POL/PE/ADNKRONOS)