RIFORME: PATUELLI, NO A MAGGIORANZE POLITICHE MOLTEPLICI
RIFORME: PATUELLI, NO A MAGGIORANZE POLITICHE MOLTEPLICI

ROMA, 5 GEN. (ADNKRONOS) - ''NON CI POSSONO ESSERE MAGGIORANZE POLITICHE MOLTEPLICI, NON CI PUO' ESSERE UNA MAGGIORANZA CHE IMPONGA SACRIFICI AL PAESE E COMTEMPORANEAMENTE UN'ALTRA CHE NASCE PER RAGIONI DI POTERE''. IL LIBERALE ANTONIO PATUELLI, IN UN ARTICOLO PER ''L'OPINIONE'', SI RIVOLGE ESPLICITAMENTE AL CAPO DELLA SEGRETERIA DC PIERLUIGI CASTAGNETTI PER CONTESTARNE LE AFFERMAZIONI SU EVENTUALI CONSEGUENZE SULLA ATTUALE MAGGIORANZA DI GOVERNO DI NUOVI EQULIBRI IN BICAMERALE.

''E' GRAVE - PROSEGUE PATUELLI - CHE LA DC, A COMINCIARE DA DE MITA, CERCHI IN BICAMERALE UNA COLLABORAZIONE UNICAMENTE CON PDS E PSI E NON SVOLGA SERIE INIZIATIVE DI DIALOGO INVECE ANCHE E SOPRATTUTTO CON QUELLI CHE SONO STATI GLI ALLEATI TRADIZIONALI, PLI, PRI E PSDI''. IL VICESEGRETARIO LIBERALE OSSERVA INOLTRE CHE LO STESSO PLI PROPONE DI ''APRIRE UNA FASE DI VERIFICA PROGRAMMATICO-POLITICA CHE RAFFORZI LA MAGGIORANZA E LA APRA ALLE FORZE PIU' OMOGENEE CHE CONVERGANO NON SU UN GENERICO PROGRAMMISMO, MA SU OBIETTIVI CONCRETI''.

(RED/BB/ADNKRONOS)