I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Roma. L'assemblea di Palazzo Madama ha concesso stamane l'autorizzazione a procedere nei confronti dei senatori democristiani Carlo Bernini e Severino Citaristi per l'accusa di violazione della legge sul finanziamento pubblico dei partiti avanzata dai giudici che indagano sulle tangenti in Veneto. Bernini ha sollecitato il 'si' all'autorizzazione mentre Citaristi ha sempre sostenuto la competenza dei giudici di Roma. Concessa, inoltre, l'autorizzazione a procedere nei confronti del senatore socialista Sisinio Zito accusato dalla magistratura di palmi di associazione di tipo mafioso e turbamento del regolare svolgimento delle adunanze elettorali.

Torino. Da domani nel capoluogo piemontese la circolazione delle auto torna libera. L'annunciato provvedimento delle targhe alterne e' stato annullato dato il miglioramento dei dati sull'inquinamento rilevati dalle cinque centraline nei giorni scorsi.

Roma. Arrestati quattro pregiudicati mentre tentavano di estorcere ad un imprenditore edile di Castelgandolfo 400 milioni. I carabinieri usando sofisticate apparecchiature hanno potuto ottenere le prove dell'estorsione nel luogo dell'appuntamento dove l'imprenditore doveva incontrare i malviventi.

Messina. 51 persone sono state arrestate a Taormina e dintorni per una truffa all'Inps per alcuni miliardi di lire. Sarebbero falsi braccianti agricoli che avrebbero usufruito di indennita'di disoccupazione e assistenza sanitaria.

Bari. Sequestrate in Puglia, in due diverse operazioni, dalla Guardia di Finanza oltre sette tonnellate di sigarette di contrabbando. Parte della merce e' stata trovata su un camion vicino a Mola, un'altra parte era nascosta in un autocarro vicino Trani.

Milano. Furto da un miliardo di lire la scorsa notte in un magazzino della Standa. I ladri hanno portato via una cassaforte e alcune cassette di sicurezza. Secondo gli inquirenti uno dei ladri si era nascosto nel magazzino prima della chiusura e ha aiutato i complici che erano all'esterno ad entrare.

Vicenza. Domani una vasta area del centro di Bassano del Grappa sara' sgombrata per consentire il disinnesco di una bomba di aereo del peso di circa 10 quintali risalente alle seconda guerra mondiale. Il provvedimento interessera' circa diecimila persone che dovranno allontanarsi dalle proprie abitazioni per alcune ore. (segue)

(red/zn/adnkronos)