OCCUPAZIONE: CONFARTIGIANATO PROPONE CONGELAMENTO LEGGE 108
OCCUPAZIONE: CONFARTIGIANATO PROPONE CONGELAMENTO LEGGE 108

ROMA 14 GEN. - (ADNKRONOS) - IL ''CONGELAMENTO'' DELL'APPLICABILITA' DELLA LEGGE 108 SUI LICENZIAMENTI INDIVIDUALI NELLE PICCOLE IMPRESE E' STATO PROPOSTO DALLA CONFARTIGIANATO NEL CORSO DELL'INCONTRO CON GLI ESPONENTI DELLA TASK FORCE PRESSO L'OSSERVATORIO DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA.

SECONDO IL PRESIDENTE DELLA CONFARTIGIANATO IVANO SPALANZANI ''OCCORRE RIDURRE QUALUNQUE INTRALCIO ALL'ATTIVITA' IMPRENDITORIALE E IN QUESTO SENSO LA NOSTRA PROPOSTA TROVA AMPIA GIUSTIFICAZIONE. OCCORRE ELIMINARE OGNI INGESSATURA DEL SISTEMA ARTIGIANO E RIDARE FLESSIBILITA' E RESPIRO ALLE PICCOLEIMPRESE. CON QUESTO -HA PRECISATO- NON VOGLIAMO RIDURRE LA TUTELA PER I LAVORATORI DIPENDENTI, MA SOSTITUIRLA CON SOLUZIONI SINDACALI FONDATE SUL CONSENSO DELLE PARTI SOCIALI, ATTRAVERSO L'UTILIZZO DI STRUMENTI BILATERALI DI DIFESA E SOSTEGNO OCCUPAZIONALI''.

SEMPRE AL FINE DI FAVORIRE IL RILANCIO DELL'ATTIVITA' IMPRENDITORIALE, IL PRESIDENTE DELLA CONFARTIGIANATO HA INOLTRE PROPOSTO L'ELIMINAZIONE DI PARAMETRI PER L'INDIVIDUAZIONE DEL REDDITO LEGATI AL NUMERO DEI LAVORATORI DIPENDENTI, LA RIDUZIONE DI OGNI INTRALCIO BUROCRATICO, SPECIALMENTE IN MATERIA AMBIENTALE, E UN MAGGIORE SOSTEGNO ALL'EXPORT.

(COM/ZN/ADNKRONOS)