REFERENDUM: PER OCCHETTO SONO PIU' VICINI
REFERENDUM: PER OCCHETTO SONO PIU' VICINI

Roma, 14 Gen. (Adnkronos) - Sara' l'impasse dei lavori della bicamerale sulla legge elettorale, o forse sara' la lentezza con la quale va avanti la discussione sulla nuova legge per l'elezione del sindaco, fatto sta che, in transatlantico circondato dai giornalisti, il segretario del Pds Occhetto afferma che ''oggi i referendum sono piu' vicini''.

La riforma elettorale e' stata ancora oggetto dei commenti del leader della Quercia, secondo cui si sono ormai delineati due schieramenti. L'incognita, pero', resta la 'conversione' della Dc sul sistema uninominale-maggioritario a doppio turno. Un eventuale spostamento della Dc, riflette Occhetto, potrebbe determinarsi ''dallo schieramento che si crea'' su questo meccanismo.

''Sul doppio turno sono d'accordo, oltre a noi, La malfa, Vizzini e meta' dei socialisti. Oggi ho avvicinato Bossi per chiedergli se anche lui fosse favorevole alla formula del doppio turno e Bossi mi ha risposto di si'. Per il turno unico -ha concluso- ci sono la Dc e Pannella. Qust'ultimo pero' vuole un sistema maggioritario all'inglese e penso che se votassimo prima sui principi Pannella voterebbe con noi''.

(Red/bb/Adnkronos)