TRAGHETTO: 59 MORTI NEL BALTICO (NUOVA SERIE)
TRAGHETTO: 59 MORTI NEL BALTICO (NUOVA SERIE)

Ruegen, Germania, 14 gen -(adnkronos/dpa)- Sono quasi certamente 59 le vittime del gravissimo incidente in mare accaduto stamane, 15 miglia al largo dell'isola tedesca di Ruegen, in seguito al rovesciamento di un traghetto polacco, il ''Jan Heweliusz'', con 68 persone a bordo - 29 membri dell'equipaggio e 39 passeggeri secondo l'armatore ''Euroafrika'' - in piena tempesta con raffiche di vento sino a 160 chilometri orari e onde alte oltre cinque metri. A bordo non vi erano cittadini italiani: le vittime sono di nazionalita' tedesca, svedese, danese, ungherese, austriaca, turca, cecoslovacca e dell'ex Jugoslavia.

Dopo essere riusciti a salvare solo nove persone, tre delle quali ''in condizioni critiche'', ed a recuperare nove corpi, i soccorritori danesi, polacchi e tedeschi - intervenuti nel mar Baltico con navi ed elicotteri - hanno dovuto sospendere le ricerche, ostacolate dal maltempo. L'agenzia di stampa tedesca ''dpa'' ha riferito di un drammatico tentativo di unita' di sommozzatori di aprire con la fiamma ossidrica la chiglia del traghetto, una nave di 3.000 tonnellate, per verificare la presenza di passeggeri intrappolati.

Le nove persone salvate, tutti membri dell'equipaggio, sono state ricoverate in una clinica tedesca di Stralsund con sintomi di ipotermia. Infatti la temperatura dell'acqua era di circa zero gradi centigradi, vale a dire una temperatura alla quale generalmente non si resiste piu' di 40 secondi secondo gli esperti. (segue).

(lar/bb/adnkronos)