PUBBLICO IMPIEGO: NOBILIA (CISNAL) SU DECRETO DELEGATO
PUBBLICO IMPIEGO: NOBILIA (CISNAL) SU DECRETO DELEGATO

ROMA, 14 GEN. (ADNKRONOS) - ''IL DECRETO DELEGATO SULLA RIFORMA DEL PUBBLICO IMPIEGO EREDITA GRAN PARTE DELLE CARATTERISTICHE NEGATIVE TIPICHE DEL LAVORO PRIVATO E QUINDI COSTITUISCE UN VERO E PROPRIO PROCESSO PEGGIORATIVO DELLE CONDIZIONI LAVORATIVE DEI PUBBLICI DIPENDENTI''. LO HA AFFERMATO IL SEGRETARIO GENERALE DELLA CISNAL, MAURO NOBILIA, SECONDO IL QUALE ''QUALSIASI ATTO TESO AD UNIFORMARE LA NORMATIVA DEL DIRITTO DEL LAVORO DOVREBBE TENDERE INEQUIVOCABILMENTE AL MEGLIO E NON AL PEGGIO''.

''IN REALTA', HA PROSEGUITO NOBILIA, GLI OBIETTIVI DI QUESTA PRIVATIZZAZIONE DEL PUBBLICO IMPIEGO SONO BEN ALTRI ED ESCONO FUORI DAL MERITO DELLA FUNZIONALITA' DEI SERVIZI E DALLE STESSE ESIGENZE DELL'UTENZA. CGIL, CISL E UIL IN QUESTI ULTIMI ANNI HANNO PERSO GRAN PARTE DI CONSENSI NELL'AMBITO PUBBLICO ECCO LE RAGIONI VERE, SECONDO NOI, DELLA SUBORDINAZIONE PSICOLOGICA CHE SI VUOLE INSTAURARE NEI CONFRONTI DEI LAVORATORI DELLO STATO. IL DECRETO POI, HA CONCLUSO IL LEADER DELLA CISNAL, NON FA RIFERIMENTO ALLA INDISPENSABILE COMPENSAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DI TUTTO IL SETTORE NECESSARIA PER LA FORTE SPEREQUAZIONE ESISTENTE TRA I VARI COMPARTI IN ESUBERO ED ALTRI CARENTI''.

(COM/PE/ADNKRONOS)