DONNE: ANSEMLI SU ELEZIONI SINDACI
DONNE: ANSEMLI SU ELEZIONI SINDACI

Roma, 14 gen. (adnkronos) - ''La bocciatura avvenuta ieri alla Camera dell'emendamento della Commissione interni sul riequilibrio della rappresentanza all'internon della proposta di legge sull'elezione diretta del sindaco e' una grave sconfitta per le donne ed e' il segnale di una cultura ancora largamente estranea alle tematiche paritarie''. Lo ha dichiarato oggi l'on. Tina Anselmi, presidente della commissione nazionale per la parita' e le pari opportunita' invitanod i movimenti e le associazioni femminili del paese ad una maggiore e piu' incisiva presenza nel dibattito sulle riforme istituzionali.

''L'emendamento -ricorda l'Anselmi- che gia' aveva ottenuto il parere favorevole della Commissione affari costituzionali, sosteneva che ciascun elettore poteva esprimere due voti di preferenza, solamente qualora fossero espresse a favore di candidati di sesso diverso. Ricordiamoci -continua Anselmi- della forte esigenza di rinnovamento della classe politica che sta vivendo il nostro paese, ricordiamoci ancora quante volte, dove l'emergenza della questione morale ha messoo in difficolta' amministrazioni comunali e regionali, si e' ricorsi alle donne per recuperare credibilita' e fiducia.

''Dopo questo episodio le donne -prosegue l'on. Anselmi- non possono che guardare con preoccupazione ai lavori della Bicamerale perche', nonostante il Presidente De Mita abbia formalmente assunto tra i principi base delle riforme istituzionali anche quello del riequilibrio della rappresentanza, il Parlamento dimostra di non voler poi attuare alcuna misura innovativa in tal senso''.

(com/gs/adnkronos)