ELEZIONE SINDACO: CAOS IN AULA (2)
ELEZIONE SINDACO: CAOS IN AULA (2)

(Adnkronos) - Prima di sospendere i lavori Napolitano ha espulso dall'aula Teodoro Buontempo il quale e' pero' restato seduto al suo posto ''protetto'' dagli altri deputati del suo gruppo. Per cinque minuti c'e' stato un fitto conciliabolo tra il questore Patria e i deputati del Msi che, di tanto in tanto, ritmavano slogan come: ''legge truffa... legge truffa''; ''liberta'... liberta''' , gridando ''tangentari'' verso i banchi della maggioranza di governo.

Dopo alcuni minuti dalla sospensione della seduta il presidente Napolitano e' ricomparso in aula e ha pronunciato queste parole ''do' la parola all'on. Tatarella -ha detto Napolitano- per sapere se il gruppo del Msi ha deciso di occupare l'aula''. Alla conferma dell'intenzione del gruppo del Msi, Napolitano ha annunciato, immediatamente, la convocazione della conferenza dei capigruppo per decidere il da farsi, e ha definito ''gravissima'' la decisione comunicatagli da Tatarella.

L'ufficio di presidenza e' stato convocato, ha spiegato Napolitano, ''per prendere delle decisioni nei conronti di tutti coloro che vogliono impedire la prosecuzione dei lavori nel pieno di questa delicata seduta''. (segue)

(RUF/BB/ADNKRONOS)