IRAQ: IRRITAZIONE DIFESA ITALIANA PER SCARSE NOTIZIE
IRAQ: IRRITAZIONE DIFESA ITALIANA PER SCARSE NOTIZIE

Roma, 14 gen. (Adnkronos) - A poche ore dal blitz aereo contro Saddam Hussein, si avverte palpabile una forte irritazione in ambienti della Difesa italiana per le notizie, definite da piu' fonti tardive e lacunose, fatte pervenire dagli Stati Uniti al nostro Governo in merito allo sviluppo dell'operazione militare contro l'Iraq. Si mette in evidenza che il ministro della difesa ha potuto informare della situazione in atto nei cieli dell'Iraq i parlamentari della commissione difesa della camera sulla base delle sole informazioni provenienti dal Sismi, notizie peraltro piu' particolareggiate - si fa notare - di quelle fornite dagli americani al governo italiano e illustrate al Senato dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Fabio Fabbri.

Si fa rilevare con un certo disappunto che i rapporti tra due Paesi alleati, peraltro impegnati insieme proprio nel Golfo non piu' tardi di due anni fa nell'operazione Desert Storm, dovrebbero essere improntati alla massima completezza informativa. Le stesse fonti fanno notare che, stante la legittimita' dell'operazione, il mancato preavviso puo' essere comprensibile nei confronti degli organi di informazione ma non certo nei riguardi di un Paese amico.

Tra l'altro, in questo momento dieci aerei d'attacco 'Amx' dell'aeronautica italiana si trovano ad Al Dhafra, negli Emirati Arabi Uniti, reduci da un'esercitazione interalleata. Sembra che a proposito della vicenda il ministro della difesa, Salvo Ando', abbia indirizzato una lettera al collega della Farnesina Emilio Colombo.

(Red/PE/ADNKRONOS)