MOZIONE DI SFIDUCIA: NOVELLI, TRE NO AD AMATO
MOZIONE DI SFIDUCIA: NOVELLI, TRE NO AD AMATO

Roma, 14 gen. - (adnkronos) - Diego Novelli, presidente dei deputati della rete, ha spiegato in una dichiarazione le ragioni per le quali il suo gruppo dice tre volte no al governo Amato. A causa della questione morale, avendo il governo ben tre ministri inquisiti; per i gravi provvedimenti assunti finora in materia economica e sociale; per la sua delegittimazione sul piano del consenso parlamentare. OLtre a chiedere le dimissioni dell'esecutivo Novelli ha spiegato che ''considerato l'andamento dei lavori della bicamerale, difficilmente si potranno varare riforme istituzionali nel corso di questa legislatura. Di conseguenza si prospettano solo due soluzioni'': un governo del presidente, a tempo determinato, che dovrebbe impegnarsi su provvedimenti piu' equi di carattere economico e sociale capaci di favorire una politica di investimenti, dirottando ''massicce risorse dal settore finanziario a quello produttivo'' salvaguardando l'occupazione e lo stato sociale.

A questo governo, ha detto Novelli illustrandone il secondo compito, spetterebbe l'adempimento di varare le riforme istituzionali entro breve termine. A cio' dovrebbe conseguire lo scioglimento anticipato delle camere allo scopo di eleggere un nuovo parlamento e dare alla prossima legislatura un carattere costituente.

(red/ZN/ADNKRONOS)