PAPI E PAPESSE: IL 'SEGRETO' DELLA SEDIA GESTATORIA
PAPI E PAPESSE: IL 'SEGRETO' DELLA SEDIA GESTATORIA

Roma, 16 gen. - (adnkronos) - e' per evitare equivoci sul sesso del papa che fu introdotta la sedia ''gestatoria'', la speciale poltrona per la cerimonia di incoronazione del nuovo pontefice, con un foro nel sedile attraverso cui uno o due diaconi, con le mani, dovevano verificare la presenza degli attributi maschili. la formula di annuncio era: ''habet duo testiculos et bene pendentes''. la consuetudine fu introdotta nel medioevo, quando la chiesa decise di porre fine alle dicerie sulla papessa giovanna, una giovane donna originaria di magonza salita al soglio di pietro dopo aver ingannato la corte papale sul suo reale stato anagrafico.

ma e' veramente esistita la papessa femmina? il volume ''miti e leggende del medioevo'' di erberto petoia, edito da newton compton, non entra nel merito delle dispute storiche e si limita a riferire la vicenda, leggendaria o meno, della papessa giovanna e degli artifici usati per riuscire a diventare capo della chiesa.

l'autore, studioso di storia delle religioni, ricostruisce le meraviglie dell'universo magico medievale europeo, terreno fertile per la nascita e la diffusione di leggende e miti di cui si nutrono le popolazioni in cerca di fuga dalla realta' cruda e violenta di quei secoli. nascono cosi' le leggende nordiche cavalleresche, la figura di re artu' e dei cavalieri della tavola rotonda, di fate e abitatori magici dei fitti boschi tedeschi. o le leggende italiche in cui si trasfigurano magicamente santi e monaci mistici realmente esistiti. e nell'elenco trova spazio anche la rivendicazione femminile, o femminista, per una sessualita' piu' libera, rappresentata dalla monaca ribelle di watton o dalla vergine aino che preferisce morire per non sottostare a un matrimonio imposto. ma sono solo figure immaginarie per digerire meglio una realta' tutta diversa.

(lio/pan/adnkronos)