IRAQ: INNEGGIA ALLA PARTENZA DI BUSH, ABBIAMO VINTO
IRAQ: INNEGGIA ALLA PARTENZA DI BUSH, ABBIAMO VINTO

Baghdad, 20 gen -(adnkronos/xinhua)- Bush lascia la Casa Bianca senza gloria ed onore, senza vittoria, portando sulle sue spalle il fardello della sua completa sconfitta, militare, politica e morale, e di una uscita di scena segnata dalla vergogna. Con questo editoriale del quotidiano iracheno ''al-Thawra'', Baghdad ha ''salutato'' oggi tanto l'addio di George Bush quanto la ''vittoria irachena nell'ultimo confronto contro la coalizione degli alleati guidata dagli Stati Uniti''. ''La storia ha registrato la storica vittoria dell'Iraq e del presidente Saddam Hussein, l'uomo capace di sconfiggere Bush ed i suoi programmi imperialistici ed aggressivi su tutta la linea'' scrive ancora l'organo del partito Baath, sottolineando come Baghdad ieri abbia annunciato un cessate il fuoco unilaterale, in coincidenza con la cerimonia di insediamento di Bill Clinton.

Ed e' al presidente democratico americano che il portavoce principe di Saddam Hussein ha indirizzato ieri una ''lettera aperta'', invitando Clinton a porre fine ai bombardamenti degli alleati per abbracciare una linea ''piu' conciliante'' verso l'Iraq. Un invito al quale il neopresidente americano non sembra voler aderire, avendo dichiarato di sostenere fino in fondo la politica di Bush e soprattutto, ricordando che il cessate il fuoco iracheno, e' solo una delle condizioni fissate dalle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

(lar/ZN/ADNKRONOS)